Volpe rossa

NOME COMUNE:
Volpe rossa (o volpe comune)
NOME SCIENTIFICO:
Vulpes vulpes
ORDINE:
Carnivora
FAMIGLIA:
Canidae
DESCRIZIONE: 
E' un mammifero con una lunghezza corporea di 60-90 cm, un'altezza al garrese di 35-40 cm, una lunga e folta coda, con la punta bianca, di 30-50 cm ed un peso di 6-10 kg.
DISTRIBUZIONE:
Vive in ogni ambiente, dall'Artico al deserto, dalla steppa alle foreste, dal bosco alla montagna fino i 2500 mt d'altezza, di tutta Europa, eccetto l'Islanda, dell'Africa settentrionale, dell'Asia sud-orientale e dell'America settentrionale.
ALIMENTAZIONE: 
Si nutre di piccoli vertebrati, in particolar modo di piccoli roditori, come lepri , topi e conigli, di uccelli e piccoli rettili.
RIPRODUZIONE: 
Dopo un periodo di gestazione di circa 52 giorni, nascono mediamente 4 cuccioli.
CURIOSITA’:
La Vulpes vulpes, nota come “volpe rossa” o “volpe comune”, è la volpe più grande della sua specie.
Oltre ad essere anche uno dei più noti carnivori europei, è ovunque conosciuta, e da tutti considerata, simbolo di astuzia, malizia, furbizia e scaltrezza.
Insieme all'uomo e al topo, la volpe è uno dei mammiferi che si sono più diffusi sulla Terra, grazie alla sua estrema adattabilità: è in grado di nutrirsi dei cibi più svariati e di vivere in quasi tutti i tipi di ambienti, persino nelle città.
Alcune volpi rosse, infatti, si spingono così troppo in prossimità delle zone abitate e delle fattorie da far delle vere e proprie razzie di polli, galline ed altri volatili domestici, e da farsi come suo principale nemico l'uomo.
Questo animale, territoriale e solitario, predilige generalmente la vita notturna anche se può essere attiva di giorno laddove non sia particolarmente disturbata.
L'udito e l'olfatto, eccellenti e molto sviluppati, sono i suoi principali mezzi per esplorare e conoscere l'ambiente circostante.
Astuta ed atletica, è anche un corridore agile e veloce (può raggiungere la velocità di 48 km/h) e sa tatticamente acquattarsi, cioè nascondersi, sul terreno o nelle cavità degli alberi in tane che di solito si scavano in posti inaccessibili: ben riparate da un intrico di cespugli o nascoste dagli anfratti della roccia. A volte, addirittura, utilizza le tane di altri mammiferi, in particolare quelle del tasso.
Mentre d'inverno le volpi si difendono dal freddo con la folta e spessa pelliccia, d'estate si riparano dal caldo perdendo il pelo e assumendo un aspetto più scarno.
Per segnalare la sua presenza, marcare il territorio e comunicare con gli altri esemplari, la volpe dispone di tutti i suoi sensi utilizzando diversi mezzi: dal mettere bene in vista gli escrementi all'esibire la grande coda e dall'emettere forti latrati e guaiti al produrre sostanze odorose emesse da speciali ghiandole poste sopra la coda.
L'accoppiamento, invece, è preceduto da lotte cruente tra maschi e successivamente da una serie di comportamenti nuziali. Si ritiene che le coppie di volpi rimangano insieme per tutta la vita.
La volpe è un animale solitario che ama vivere in un territorio circoscritto.
Vive in nuclei familiari composti da pochi individui che conoscono alla perfezione il territorio entro il quale vivono e nel quale si nascondono per sfuggire ai predatori.