Mangusta striata

NOME COMUNE:
Mangusta striata
NOME SCIENTIFICO:
Mungos mungo
ORDINE:
Carnivora
FAMIGLIA:
Herpestidae
DESCRIZIONE: 
E’ un piccolo carnivoro che può raggiungere i 55- 60 cm di lunghezza e si distingue per una serie di bande nere sulla schiena. Le zampe e la punta della coda sono scure, mentre il resto del mantello va dal biancastro al marrone-rossiccio con variazioni a seconda delle popolazioni.
DISTRIBUZIONE:
Vive in diversi habitat dalle praterie, ai boschi, alle regioni rocciose, alle aree fluviali dell'Africa, in particolar modo nel sud del Sahara e dal Gambia all'Etiopia.
ALIMENTAZIONE: 
E’ prevalentemente insettivora, ma la sua dieta è integrata da lumache ed altri invertebrati, che trova scavando nel detrito, frutta selvatica, rettili, come lucertole e serpenti, ed occasionalmente altri piccoli vertebrati, come ratti ,topi, uccelli e uova.
RIPRODUZIONE: 
Dopo una gestazione di circa 2 mesi, nascono da 2 a 6 cuccioli.
La cucciolata avviene in camere foderate d'erba, in gallerie nel terreno o in vecchi termitai.
CURIOSITA’:
La Mungos mungo quando trova un oggetto duro da rompere, come una lumaca odun uovo, lo lancia tra le sue zampe posteriori su di una pietra per poterlo rompere.
Se, invece, trova rospi o bruchi, li rotola per terra dando delle zampate, in modo da rimuovere setole o secrezioni tossiche prima di mangiarli.