Capibara

NOME COMUNE:
Capibara
NOME SCIENTIFICO:
Hydrochoerus hydrochaeris
ORDINE:
Rodentia
FAMIGLIA:
Caviidae
DESCRIZIONE: 
E’ un mammifero con una lunghezza corporea di 120 cm, un'altezza al garrese di 65 cm ed un peso di circa 60 kg.
DISTRIBUZIONE:
Vive in ambienti caldo-umidi, lungo fiumi o zone acquitrinose dell'America meridionale.
ALIMENTAZIONE: 
Si nutre di erba e piante acquatiche, ma anche di corteccia e frutta.
RIPRODUZIONE: 
Dopo un periodo di gestazione di 150 giorni, nascono da 2 a 5 cuccioli.
CURIOSITA’:
Il capibara è il più grosso roditore esistente.
Per le sue dimensioni, per la sua postura e per le sue abitudini acquatiche, simili a quelle di un cinghiale, viene chiamato anche “maiale acquatico”.
Il capibara si sposta, di giorno e di notte, su percorsi abitudinari con molta calma e tranquillità, quasi con fatica, pascolando in prossimità di fiumi, rotolandosi nelle pozze fangose (non per nulla viene chiamato “maiale acquatico”), oppure standosene per lungo tempo seduti immobili sulla sponda di un fiume, assumendo il tipico aspetto di sfinge e guardandosi intorno di continuo: riposano, cioè, non sdraiandosi ma piegando gli arti posteriori come fanno i cani.
Passa buona parte del suo tempo immerso nell'acqua dove tra l'altro avviene il corteggiamento e l'accoppiamento, e per questa sua vita acquatica, è molto simile all'ippopotamo africano: corre goffamente, ma è un ottimo nuotatore e tuffatore (può raggiunge i 35 km/h e restare sott'acqua per diversi minuti).
Infatti, i suoi arti sono piuttosto lunghi e le larghe zampe sono dotate di unghie molto spesse e dure simili a degli zoccoli con dita leggermente palmate, 4 nelle zampe anteriori e 3 in quelle posteriori, unite da una sottile membrana che facilita gli spostamenti nell'acqua.
Quando si sente in pericolo, il capibara fugge velocemente in acqua emettendo un sibilo d'allarme per i propri simili e si nasconde sott'acqua con tutto il corpo: lascia emergere solo le narici, le orecchie e gli occhi, posti molto in alto sulla testa, peraltro ben nascosti da foglie e piante galleggianti, in modo che anche se il corpo è completamente sommerso, il capibara può ancora sentire, vedere e annusare.
Essendo un roditore, la bocca è munita di 2 lunghi incisivi che crescono di 2-3 mm alla settimana e possono raggiungere ben 8 cm di lunghezza.