Tra il 1992 e il 1994 ad Aramis, in Etiopia, sono stati rinvenuti resti di un ominide (Ardipithecus ramidus), risalenti a 4,4 milioni di anni fa. Ardi aveva molte caratteristiche intermedie tra lo scimpanzè e l’Australopithecus afarensis, come lo smalto dei denti, le dimensioni dei canini e dei molari e l'opponibilità dell'alluce. Il ritrovamento fu importante perché era il più antico Australopiteco ritrovato ed era già bipede. Abitava nella foresta, quindi a dispetto di quello che si era sempre creduto, questo dimostra che il bipedismo era nato in foresta e si era poi evoluto in ambienti aperti, come la savana.

 

CAMBIAMENTI CON LA POSIZIONE ERETTA 

La conquista della posizione eretta ha comportato diversi cambiamenti, soprattutto a carico dell’apparato locomotore, avvenuti gradualmente nel giro di milioni di anni. Il foro occipitale, punto di attaccatura del cranio sulla colonna vertebrale, si è spostato verso il basso, così la colonna vertebrale, dalla posizione orizzontale (tipica dei quadrupedi) è diventata verticale (bipedi) e per essere elastica e scaricare il peso del corpo si sono formate due curve (cifosi e lordosi); il bacino si è allargato e accorciato per sostenere gli organi dell’addome; il femore si è allungato e inclinato verso l’interno; le dita del piede si sono accorciate e la pianta si è allargata inarcandosi, per dare una base d’appoggio più efficiente. Con la conquista della stazione eretta non sono avvenuti solo cambiamenti all’apparato locomotore: l’arto superiore infatti, rimasto libero, si è modificato per permettere la manipolazione di oggetti, con conseguente sviluppo della mano, in particolare del pollice opponibile. Si sono sviluppate anche parti della corteccia cerebrale che possiedono il controllo della mano (manipolazione) e i centri visivi per il perfezionamento dell’occhio. E’ avvenuta la riduzione della mandibola e dei muscoli che presiedono la masticazione, grazie alla cottura dei cibi e al cambiamento di alimentazione. La dentatura si è modificata: da robusti denti per masticare radici e tuberi, a denti di dimensioni minori, soprattutto per quanto riguarda i molari. Il prognatismo, cioè la sporgenza in avanti della mandibola, si è ridotto. Il volume della scatola cranica è aumentato, in quanto più tondeggiante e ampia, accompagnato dallo sviluppo delle capacità cerebrali (sviluppo corteccia cerebrale, cioè della zona del cervello che presiede all’associazione degli impulsi nervosi).