La foresta pluviale

BIODIVERSITA’

Le foreste pluviali equatoriali sono caratterizzate da un clima stabile, dove l’umidità e la temperatura si mantengono costanti nelle diverse stagioni dell’anno. Hanno inoltre origini molto antiche rispetto alle altre foreste presenti sulla terra, quindi questo spiega in parte perché sono gli ambienti più ricchi di specie animali e vegetali. Mentre le specie di grossa taglia sono state tutte classificate, gli invertebrati sono talmente numerosi che non si conoscono ancora tutti. Gli ambienti con alta biodiversità sono caratterizzati da alta stabilità ed elevata resistenza a perturbazioni. Gli alberi delle foreste non fioriscono e non producono i semi tutti insieme, nello stesso periodo, perché a causa del clima costante, non vi è stagionalità. Si crea così un’offerta illimitata per gli animali della foresta che si nutrono di nettare e frutta, come la volpe volante.

La foresta monsonica è presente principalmente in Asia, è un tipo di foresta pluviale stagionale, in cui le precipitazioni si concentrano nello stesso periodo, quello dei monsoni. Queste foreste tendono ad essere meno diverse e più piccole, in termini di grandezza degli alberi, in confronto alla tipica foresta pluviale equatoriale.